Gnosi delle fànfole

Gnosi delle f nfole Un libro di poemetti suoni e strane parole a opera di un grande scrittore etnologo orientalista alpinista e grande viaggiatore Fosco Maraini Poemetti scritti in una lingua nuova e incentrata su qu

  • Title: Gnosi delle fànfole
  • Author: Fosco Maraini
  • ISBN: 9788860730749
  • Page: 404
  • Format: Paperback
  • Un libro di poemetti suoni e strane parole a opera di un grande scrittore, etnologo, orientalista, alpinista e grande viaggiatore, Fosco Maraini Poemetti scritti in una lingua nuova e incentrata su quello che lui chiamava linguaggio metasemantico , in cui non era pi la parola a dare un significato alle cose, ma le parole ad assumere forma solo attraverso stimoli esternUn libro di poemetti suoni e strane parole a opera di un grande scrittore, etnologo, orientalista, alpinista e grande viaggiatore, Fosco Maraini Poemetti scritti in una lingua nuova e incentrata su quello che lui chiamava linguaggio metasemantico , in cui non era pi la parola a dare un significato alle cose, ma le parole ad assumere forma solo attraverso stimoli esterni, suoni, colori, musica Stefano Bollani, pianista jazz, ha composto la musica Massimo Altomare ha prestato la sua voce.

    One thought on “Gnosi delle fànfole”

    1. Poesie di parole inventate (!)Le poche volte che mi hanno annoiato è stato solo per colpa della mia fretta di leggerle tutte d'un fiato: quello che invece è accaduto molto più spesso è che, procedendo con calma, dal groviglio di suoni nuovi esce una parola indimenticabile, o dei versi semplicemente deliziosi.Adorabile, per chi ama giocare. C'è anche un cd con le poesie musicate da Stefano Bollani: che cavolo volete di più?? E gnacche alla formica ammucchiarona!

    2. Sono spassose anche le note (e qui di note ognuno potrebbe metterci le sue).Son tanti anni che volevo leggerle, da quando vidi Bollani e la Banda Osiris interpretare E gnacche alla formica, la mia preferita.E gnacche alla formicaIo t’amo o pia cicala e un trillargentoci spàffera nel cuor la tua canzona.Canta cicala frìnfera nel vento:E gnacche alla formica ammucchiarona!Che vuole la formica con quell’umbeda mòghera burbiosa? È vero, arzìaper tutto il giorno, e tràmiga e cucumbecol capo [...]

    3. Io t’amo o pia cicala e un trillargentoci spàffera nel cuor la tua canzona.Canta cicala frìnfera nel vento:E gnacche alla formica ammucchiarona!Che vuole la formica con quell’umbeda mòghera burbiosa? E’ vero, arzìaper tutto il giorno, e tràmiga e cucumbecol capo chino in mogna micrargìa.Verrà l’inverno sì, verrà il mordeseverranno tante gosce aggramerine,ma intanto il sole schìcchera giglesee sgnèllida tra cròndale velvine.Canta cicala, càntera in manfrore,il mezzogiorno zà [...]

    4. Fosco Maraini era una persona che parlava 12 lingue e se n'è inventata un'altra, così, per gradire. Massimo Altomare è un musicista e Stefano Bollani è un mito. Mettete insieme le poesie metasemantiche del primo con l'esperienza trenntennale di un cantautore e la musica di uno dei più famosi jazzisti italiani e avrete un linguaggio che trascende sia la musica che le parole, come certe situazioni. Quando siamo partiti per andarlo a sentire, avevamo i nostri dubbi: tutto sommato va bene Bolla [...]

    5. Una svolta linguistica, sic, dal 1956 darà vita a Nuvolario. Principii di nubignosia (Semar 1995), il primo studio metasemantico sulle nuvole quale scientifica analisi delle chiazze corpuscolari celesti. Le parole con un suono familiare rimandano ad un significato che dipende dall’effetto sonoro che creano insieme. Viaggiatore, poeta, etnologo e linguista, Maraini teorizza gli esperimenti già avviati da Lewis Carrol e Cortàzar, il quale aveva descritto un amplesso metasemantico ne Il gioco [...]

    6. Una chicca, un gioco bello sulle parole, sul loro senso, sul suono, sull'odore e il suono. E il CD allegato è un arricchimento ulteriore. Grazie a chi mi ha consigliato.

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *