Pianoforte vendesi

Pianoforte vendesi la notte dell Epifania sera di festa a Bellano Dal treno scende il Pianista cos chiamato per via delle sue mani lunghe e affusolate ladro di professione Piove fa freddo Perlustrando le contrade ne

  • Title: Pianoforte vendesi
  • Author: Andrea Vitali
  • ISBN: 9788811686057
  • Page: 349
  • Format: Hardcover
  • la notte dell Epifania, sera di festa a Bellano Dal treno scende il Pianista cos chiamato per via delle sue mani lunghe e affusolate , ladro di professione Piove, fa freddo Perlustrando le contrade nell attesa della folla che assister alla processione dei Re Magi, il Pianista incappa in un cartello affisso su un vecchio portone Pianoforte vendesi Incuriosit la notte dell Epifania, sera di festa a Bellano Dal treno scende il Pianista cos chiamato per via delle sue mani lunghe e affusolate , ladro di professione Piove, fa freddo Perlustrando le contrade nell attesa della folla che assister alla processione dei Re Magi, il Pianista incappa in un cartello affisso su un vecchio portone Pianoforte vendesi Incuriosito, dopo aver saputo che l appartamento disabitato e visto che il tempo non migliora, rovinando cos la festa e soprattutto trattenendo nelle loro case le sue possibili prede, decide di entrare Pianoforte vendesi la storia di un ladro che deve scegliere tra le buone e le cattive azioni il bianco e il nero, come i tasti del pianoforte I gesti che si trover a compiere rivelano un grande desiderio di riscattare la sua umanit Sullo sfondo c un intera collettivit , un paese sospeso per una notte fra legalit e illegalit , fra lecito e illecito, fra comandamento etico e abitudine In questo romanzo breve e di straordinaria intensit , Andrea Vitali ci fa scoprire una Bellano inedita, notturna, forse un po magica Tra le strade e nelle case si avverte ancora l eco, e forse il respiro, di tutti coloro che l hanno vissuto, gioito, sofferto, sognato, amato Cos , attraverso le atmosfere soffuse e le penombre di Pianoforte vendesi, Andrea Vitali rende omaggio alla sua citt Senza per dimenticare mai i guizzi folgoranti del suo umorismo.

    One thought on “Pianoforte vendesi”

    1. Racconto molto carino. Il secondo che leggo di questo autore e devo dire che sono quasi come piccole perle, scritto molto bene, anche se la trama a volte può apparire debole e un pochino inventata.Ma d'altronde cosa sono i libri se non storie più o meno inventate?Il loro compito è di farci passare qualche ora e distoglierci dalla nostra vita reale e in questo l'autore riesce benissimo.Riesce a far vedere cose e persone a volte reali, a volte inesistenti, a volte fantasmi, a volte morte pur se [...]

    2. Un Vitali leggermente diverso dal solito, che introduce una vena di soprannaturale, ma sempre lieve. Storie da niente, certo, però curate e scritte in un ottimo italiano. Continuo a leggerlo, pur non aspettandomi nulla di nuovo, soprattutto perchè mi sono familiari i luoghi, certi atteggiamenti tipicamente comaschi e anche perchè so che saranno sempre ore di piacevole svago, che distraggono per una manciata di minuti dai tempi bui in cui viviamo. E, qualche volta, ci vuole, per rilassarsi un [...]

    3. La storia è ambientata nel 1966, nel giorno della festa dei Re Magi. Il pianista, così chiamato per le sue dita lunghe e affusolate, percorre le strade di Bellano alla ricerca di possibili prede a cui rubare denaro. Casualmente, si trova di fronte a un cartello che recita “Pianoforte vendesi”, posto sulla porta di una casa disabitata. Incuriosito, entra in quella che fu l’abitazione della musicista Gioietta Rabaldi e qui si trova a vivere tante avventure in compagnia di una strana vecchi [...]

    4. Giovedì sono andata in biblioteca perché avevo voglia di leggere, ma quello che avevo a casa mi ispirva sì e no. Così sono uscita un po' prima dall'ufficio e ho fatto un salto in biblioteca e, chiacchierando con la bibliotecaria, le ho chiesto consiglio: "Vorrei leggere qualcosa di leggero, non troppo impegnativo, però nemmeno ai livelli di Liala o della Steel" e lei mi ha messo tra le mani alcuni libri di Andrea Vitali.Ho iniziato da questo perché, fra tutti, è quello che secondo lei era [...]

    5. Tre stelle molto relative, se si potesse ne metterei due e mezzo. Non perché fosse scadente, ma perché, in relazione ad altri libri a cui ho dato la stessa valutazione, tre stelle su cinque non le meriterebbe. E' un libro piuttosto corto, scorrevole e molto facile da leggere, sa un po' di Baricco, frasi brevi e coincise, trama che si srotola facilmente pur con qualche incastro che si svela al lettore nel momento esatto in cui le parole scorrono sotto ai suoi occhi: l'abilità dell'autore sta n [...]

    6. "Si era accorta subito, dice la donna, che nel mondo tutto è musica"In una serata speciale "il pianista", ladro sprovveduto, si aggirà per le fredde e , in quelle sera, bagnate strade di Bellano quando vede affisso ad un portone mezzo aperto un cartello: "Pianoforte vendesi". In un primo momento lascia perdere, ma dopo un' infruttuosa serata decide di provarci, ma qualcosa lo frena qualcosa di inaspettato: c'è qualcuno in casa! Un romanzo forte e delicato, bianco e nero come i tasti del piano [...]

    7. Il mio primo libro di Vitali. Ascoltato come audiolibro mentre in moto vagavo sulle colline in un tiepido autunno. Un giudizio quindi viziato sia dal paesaggio che mi scorreva sotto gli occhi che dalla voce della "lettrice". Fatta questa precisazione, il mio giudizio e' positivo. Un racconto breve ma completo. Un personaggio ben delineato ma senza eccesso descrittivi. L'atmosfera ovattata di una festa di paese in un gelido gennaio si accompagna al racconto, ma in lontananza, con un suono lontano [...]

    8. Sullo sfondo c'è Bellano, in festa per la vigilia di Natale. In primo piano c'è un uomo, "Il pianista", chiamato così per le mani lunghe e affusolate, che arriva in città per preparare un piccolo furto, ma viene incuriosito dall'insegna "Pianoforte vendesi" e La storia è semplice e la narrazione quasi naturalmente ti porta ad essere dalla parte del piccolo ladruncolo. La lettura è molto scorrevole e piacevole, e si dipana nel continuo contrapporsi tra buone e cattive azioni, lecito e illec [...]

    9. Per cominciare il prezzo: 13,60 €. Uno sproposito per un libro che in reatà è un racconto. Quindi se qualcuno ve lo presta vale assolutamente la pena se no, io lascerei perdere. Per quanto riguarda il libro: molto bello come racconto, ideato e scritto decisamente per il teatro. L'ambientazione scarna, i personaggi molto caratterizzati, le conversazioni appena abbozzate ma che lasciano spazio alla creazione teatrale. La storia è bella. E' la storia di una rinascita, delle infinite possibilit [...]

    10. Carino, breve, semplice e leggermente ironico. Mi è sembrato per un attimo di camminare tra le strade del mio paese durante una delle feste invernali e sentire il profumo del freddo, della neve Cute, short, simple and slightly ironic. I had the feeling for a moment to walk through the streets of my country during the winter festivals and smell the cold, the snow

    11. Carino, ma niente di più.Atmosfera credibile, quasi natalizia, scrittura leggera ma storia già letta, un po’ scontata. Di Vitali avevo già letto l’insoddisfacente (specie per il finale) ‘Dopo lunga e penosa malattia’. Un altro racconto lungo che lascia la sensazione di possibilità inespresse. Autore da rivedere, ancora una volta.

    12. UNA STORIA GIA' NARRATAScoperto! La vicenda narrata in questo libro era già stata pubblicata su un libricino abbinato al Corriere della Sera (diversi mesi fa) acquistato a soli 2 Euro. Ora viene riproposto come novità alla "modica"??? cifra di 13,50 Euro. Roba da matti. Pazienza, ormai.Comunque nel complesso un racconto carino.

    13. Vitali è stata una bella scoperta. Non avevo mai letto nulla di questo autore ma mi è piaciuto subito il suo linguaggio, così scorrevole e coinvolgente. Mi ha fatto venire voglia di imparare a suonare il pianoforte.

    14. Ho sempre piaciuto Vitali e questo piccolo libro mi ha confermato che devo leggerlo di più. E' un piacere di leggere qualcosa in italiano che e' scritto in una maniera semplice come succede davvero nella vita.

    15. Bello l'incipit: "C'è una sola stella in cielo, per il resto nuvolaglia."Il resto scorre via rapido, proprio come una sera di festa o un motivetto suonato al pianoforte chissà dove e chissà quando.

    16. Un racconto, poco più. Scritto bene, senza virtuosismi. Ma veramente niente di più.Si adatta molto meglio in situazioni teatrali o, al massimo, per una fulminea lettura di passaggio tra due libri impegnativi.Attenzione al prezzo, un po' altino per così poche pagine.

    17. più che un romanzo questo è un racconto, comunque affascinante perché anche con i fantasmi si può sorridere :)

    18. Davvero carino. Un libro di poche pagine, ma forse anche per questo è stata una lettura davvero piacevole: il solito Vitali, ben scritto e che rimane impresso.

    19. Ogni tanto scorrendo gli elenchi di libri di altri iscritti mi tornano in mente libri che ho letto e questo è uno di quelli, anzi è il primo libri che ho letto di Vitali e lo ricordo con piacere.

    20. Bel racconto piacevole, scrittura fluida e con un finale inaspettato ed ironico.Vitali è stata una bella scoperta!

    21. Bello! Un po' dolce e un po' amaro, divertente e malinconico, uno di quei libri brevi e leggeri ma che coinvolgono dalla prima all'ultima parola.

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *