The Lüneburg variation

The L neburg variation A man is found shot in his garden in a village not far from Vienna Unable to be defined as either a suicide or a homicide the death is called one of mysterious circumstances The garden unlike the pr

  • Title: The Lüneburg variation
  • Author: Paolo Maurensig
  • ISBN: 9781861590862
  • Page: 350
  • Format: Paperback
  • A man is found shot in his garden, in a village not far from Vienna Unable to be defined as either a suicide or a homicide, the death is called one of mysterious circumstances The garden unlike the prominent citizen s life is highly unusual, a concentric maze of ten foot high hedges leading to a chessboard shaped clearing paved with squares of white and black marbleA man is found shot in his garden, in a village not far from Vienna Unable to be defined as either a suicide or a homicide, the death is called one of mysterious circumstances The garden unlike the prominent citizen s life is highly unusual, a concentric maze of ten foot high hedges leading to a chessboard shaped clearing paved with squares of white and black marble Frisch, the murdered man, was obsessed with chess, and the novel s chilling first sentence They say that chess was born in bloodshed bears this out In this first novel, Paolo Maurensig coolly executes the ultimate drama of manipulation life as a game of chess On this armature, he hangs a tale of vengeance set against a backdrop of historic villainy, Nazi against Jew The two chess players are as black and white as can be a persecuted Jew and a ruthless, persecuting German who first duel over a chessboard in an international tournament, and then in a concentration camp The narrative is a meticulous reconstruction of the moments and background events that led to Frisch s death Ingeniously referring everything back to the machinations and executions of movements in a chess game, life itself is at stake as the inescapable sins of the past catch up with the chess obsessed characters.

    One thought on “The Lüneburg variation”

    1. La variante di Maurensig (1993)Non c'è dubbio che il gioco degli scacchi si presti ad essere una perfetta metafora dei conflitti esistenziali e, dunque, più volte utilizzata nella letteratura.Se a ciò si aggiunge che lo scrittore in questione è un ex giocatore e che ha assimilato la lingua tedesca leggendo “La novella degli scacchi” di Zweig, beh, allora bisogna proprio dire che il gioco è fatto!!Come nel romanzo dell'autore austriaco, la narrazione ha una struttura a cornice.”Sembra [...]

    2. Eons ago, when I was in my late teens ands early twenties, I was quite an avid chess player. A group of us used to go To North Ave. beach where they has a chess pavilion and either watch the games or if there was a free table, play. Three of four nights a week, we would go to each others houses and play against each other for quite a few hours. I was of course never as obsessed as are the participants in this novel. Written by the author, his first book mind you, at the age of fifty-four, this i [...]

    3. Molte volte capita che prendi in mano un libro e sai più o meno cosa aspettarti, per lo meno credi di averne intuito il genere, in alcuni casi invece, come questo, ti ritrovi a leggere tutt'altro da quello che ti eri immaginato e allora puoi o rimanerne deluso oppure contento. Colpa delle quarte di copertina che non sempre rispecchiano fedelmente il contenuto della storia?In questo caso ne rimango deluso, perchè pensando di aver preso in mano un giallo mi sono ritrovato a leggere per metà lib [...]

    4. Un morto, due persone (anzi tre) nello scompartimento di un treno.Gli occupanti giocano a scacchi, l’uno contro l'altro. Giocano per ammazzare il tempo fino alla fermata giusta. Da una vita.“Ogni scelta implica, di per sé, l'abbandono di tutte le alternative. Se non fossimo costretti a scegliere, saremmo immortali.”La variante di Lüneburg è un breve romanzo costruito come un giallo e raccontato da più punti di vista con la tecnica dei flashback. Utilizzando il collegamento che si crea [...]

    5. When a successful businessman who's also a powerful figure in the chess world is found dead by gunshot wound on his estate near Vienna, no one's really certain if it's a matter of accident, suicide or murder -- no one, that is, except the initially anonymous narrator of this short novel, and possibly one other. The only clue the cops have is that, on the rich man's desk, there's a crudely made cloth chessboard with appropriately scratched buttons for the pieces. Through two extended flashbacks, [...]

    6. By its very first sentence you already know that the book is a masterpiece. It reads:"They say that chess was born in bloodshed."The starting scene has blood in it: a very rich man shot at close range in the head, possibly a suicide or an execution. A real chess aficionado, he had vast collections of excellent chess sets and chess books but when his body was found a chess board made of coarse rags sewn together, with buttons used as crude chess pieces, were found on his desk, set up in a complic [...]

    7. Parlare di gioco, quando ci si riferisce agli scacchi, dopo aver letto questo libro, mi sembra un termine riduttivo. Maurensig ce lo descrive piuttosto come una folgorazione, una missione, una passione che può anche trasformarsi in vera e propria ossessione e che, nei casi estremi, può sfociare addirittura in pazzia o suicidio. Molto appassionante tutta la prima parte del romanzo: il racconto di Mayer, che ragazzino tredicenne rimane affascinato nel rivedere una scacchiera e nell'assistere al [...]

    8. 3.75Cinquanta pagine in più e sarebbero state quattro piene, tonde tonde. La variante di Lüneburg è uno di quei libri che non avrei mai conosciuto senza . Mm, o meglio, senza Lys (cosa che si verifica sempre più spesso ultimamente xD). Eppure a volte anche solo pensando fuori dai propri schemi si incontrano piacevoli sorprese. Il romanzo stesso è in sè una scacchiera. Una partita in cui non ti è permesso vedere lo schema, la scacchiera completa, ma solo alcune mosse, che andranno a costru [...]

    9. A masterpiece. I came across this book by chance, and I'm so glad I did. Maurensig's debut is otherworldly. The complex story reads like a game of chess. Each movement on the board has consequences, sometimes understood only long after the move has been made. A masterfully woven story about chess, human nature and obsession.

    10. Mantenere alta l'attenzione del lettore parlando per la gran parte del romanzo di scacchi non è impresa da poco, soprattutto se al lettore gli scacchi non interessino gran che (è già tanto che io sappia cos'è un arrocco). D'altro canto gli scacchi in realtà sono il mezzo con cui l'autore ci racconta la vita dei protagonisti del romanzo e dell'epoca terribile in cui hanno vissuto. La struttura del romanzo stesso può essere vista come una partita a scacchi, per certi versi; parte disponendo [...]

    11. L�� per l��, riesce a catturare. Poi, ci pensi su, e dici "che stronzata". Ma le stronzate maggiori sono quelle che ha scritto dopo, ho idea.Maurensig si candida a scrivere la voce 'scacchi' nel dictionnaire des id��es re��ues.

    12. La prima parte è noiosa. Il resto peggio. Storia inverosimile. Scrittura piatta. Vaghi richiami a "La novella degli scacchi" di Zweig.Ma si sa, gli agenti di commercio non sono scrittori.

    13. Šachy mám rád celej život, protože jsem v nich dobrej. Nikdo mě nikdy neporazil, když teda nepočítám Emana od nás z vesnice, kterej mě asi čtyřikrát přejel. Nicméně, rok potom spáchal sebevraždu, takže předpokládám, že se to dá brát tak, že jsem kontumačně vyhrál. Luneburgská varianta mě překvapila v knihkupectví a i když jsem nevěděl vůbec nic o knize nebo autorovi, hned jsem knihu zakoupil, protože jít do kavárny v Praze s šachovou knížkou = double [...]

    14. Paolo Maurensig, The Luneburg Variation (FSG, 1993)Talk about brushing greatness. Paolo Maurensig's first novel comes so close it could probably smell the fetid, decaying breath of greatness on its shoulder, then turned away at the last minute. to leave the reader with an almost palpable feeling of something being missing.Maurensig sets things up beautifully, opening with the discovery of the body of a chess magazine editor in his garden. When the police can't decide if it were murder or suicide [...]

    15. Consigliare un libro che parla di scacchi non è semplice, un mondo che per alcuni può risultare affascinante e ossessivo, quanto noioso per altri. Per Maurensig ovviamente gli scacchi sono qualcosa di ancora più trascendentale, troviamo qui un storia di vite che si incrociano, legate infatti da questo "gioco", se così possiamo chiamarlo, perchè a quei livelli non è più tale, ma diventa un'ossessione, un mezzo, uno scopo. Per l'autore è anche uno stile, si nota spesso come il libro sembri [...]

    16. Parte come un romanzo giallo o un thriller, prosegue come un racconto sugli scacchi e si chiude con "uno scorcio su di una realtà storica nefasta", per citare l'espressione usata da un altro utente di GoodReads.Tre aspetti che si fondono in altrettanti lunghissimi flussi di coscienza, che lasciano però il lettore spiazzato nel finale. Il narratore parla, racconta, espone e poi in un baleno pone fine alla narrazione in medias res.Ad alcune ottime idee di partenza (l'assassinio misterioso, lo st [...]

    17. I was a chess champion at Primary School and have never played since. When I was teaching in Malawi, I agreed with my student Patricia who wrote in her notebook: 'Life is too short for playing chess' (I'm sure she wasn't the first person to say that either). Despite these biases against the game, I started reading The Luneburg Variation with high anticipation of a great book and I wasn't disappointed.The novel centres round the mysterious death of a chess player in Vienna. It's difficult to talk [...]

    18. This is a very interesting crime fiction novel built around the game of chess without being too cerebral to follow.I am a very bad chess player being impulsive when I have to reflect and reflective when I have to lead the match. I have never been really intrigued by overthinking over the world famous chess games pictured in summer magazines ("The black moves and wins in 5 steps"). Plus, I don't have any patience to solve enigmas of any sort and am very bad in pointing who's the assassin in books [...]

    19. Non ho mai avuto la passione per gli scacchi, nonostante in casa mia siano sempre girati. Mio padre prima, mio fratello maggiore soprattutto, hanno giocato a buonissimi livelli.Conosco i pezzi, come si muovono, e poco più. Appena inizio una partita, però, mi annoio.Con questo libro, invece, le cose sono state diverse: non mi sono annoiato, mai, anche se il cuore di tutto sono gli scacchi. Forse.Il libro è scritto benissimo (fin troppo, all'inizio, tanto che la cosa mi ha dato un po' di fastid [...]

    20. Difficilmente dò cinque stelline; sono pochi i libri che mi "appartengono" così. Questo mi ha così colpito che non potevo dare di meno. Vecchioni, in una delle sue prime canzoni, cantava "E quando verrà l'ora di partire vecchio mio, scommetto che ti giochi il cielo a dadi anche con Dio; e accetterà lo giuro perchè il cielo dove sta se non ti rassomiglia che ci fa" Ecco, durante le ultime pagine di questo breve romanzo mi sono venuti in mente questi versi, con una visione "capovolta": in Ve [...]

    21. Ho incominciato la lettura non sapendo bene cosa aspettarmi,sapevo che parlava di scacchi e che era implicato anche un omicidio,ma non aveva idea di come questi due elementi potessero fondersi insieme. Maurensing riesce egregiamente nell'impresa coinvolgendo il lettore in una lunga partita a scacchi in cui ci si trova ad esserne proprio uno dei pezzi. Infatti,il personaggio e la trama che per tutta la prima metà del libro consideriamo punti cardini della narrazione,nella seconda metà vengo sac [...]

    22. La variante di Lüneburg uno dei migliori libri che hanno transitato sul mio comodino quest'anno: è un romanzo molto particolare, che unisce ad una trama seducente anche un'ottima prosa, nella quale non si può trovare un solo difetto e che fa immergere il lettore nella storia, nelle sue pieghe, nel pensiero dei personaggi. Paolo Maurensig racconta in queste pagine una storia di scacchi, una sfida che va ben oltre la tavola quadrettata e nella quale si sacrifica ben più che qualche pedinahenae [...]

    23. Throughout this book I felt as though the author was in love with the sound of his own voice and with the idea of the intellectual superiority of his subject matter (chess). This made for frustrating reading as it felt like listening to someone continually just showing off. Towards the end I started to warm to it a little but to be honest, it was too little, too late.

    24. Classicissima ambientazione mitteleuropea, costruzione a incastro di voci narranti, le cui analessi svelano la storia un pezzo alla volta. Funziona, ma può deludere il progressivo dissolvimento del motivo degli scacchi, che dopo aver dato il via alla vicenda finisce per perdere importanza.

    25. Gli scacchi sono pur sempre un gioco, anche se del tutto particolare, e come in ogni gioco ci deve essere una posta. Più grande sarà il valore di questa e più acuta sarà la tua attenzione. Per certi individui il timore della sconfitta è una ragione sufficiente, ma non tutti hanno l'orgoglio smisurato dell'eroe, non tutti soffrono delle proprie sconfitte con la stessa intensità, e il dolore che provano nel perdere è troppo breve, e viene ben presto dimenticato; del resto, può essere mitig [...]

    26. "Chi non conosce gli scacchi è forse portato a vedere in questo gioco un'attività noiosa, adatta a eccentrici sfaccendati o a persone anziane: a gente che possegga, in ogni caso, una gran dose di pazienza e una notevole quantità di tempo da perdere.Tutto questo è vero solo in parte, poiché gli scacchi richiedono anche una non comune energia e la freschezza mentale di un fanciullo".4.5Francamente non so bene cosa dire di questo libro, se non che è capace di suscitare moltissime emozioni in [...]

    27. Questo libro mi ha un po' scosso. Scrivo questa recensione a notte fonda soprattutto per calmare i nervi e riprendermi. Ho notato che quando un libro mi devasta, le recensioni mi vengono più spontanee. Vediamo.E' un libro molto intenso e doloroso. Mi sembra quasi che Maurensig abbia voluto prendere un piccolo capolavoro come "La novella degli scacchi" e farla diventare un grande capolavoro. Ci è riuscito? Secondo me, no. Lo stile e' ottimo: scorrevole, intenso, drammatico in molti punti. Alcun [...]

    28. Bizzarria Vasti complimenti e felicitazioni (contenuti e impressioni mi unisco a quelle altrui). La stellina in meno � esclusivamente per la straabusata macrometafora scacchistica. La vita non � una partita a scacchi, i pezzi sono distribuiti in modo diseguale. L'Alfiere nero dei bianchi non si muove come il suo omologo dei neri che ogni tanto si blocca ma pu� muovere due volte di seguito, il bianco manca di una Torre ma ha un Ponte in pi�. Due pedoni s'ammalano e non possono essere moss [...]

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *